Archivi tag: casa

Come fare la pizza in casa

La pizza è uno dei piatti tipici della cucina italiana, un vero e proprio simbolo gastronomico del nostro Paese in tutto il mondo. Buonissima e apprezzatissima, mette d’accordo proprio tutti: può essere preparata in vari modi, ma la vera pizza napoletana, ovvero la semplice Margherita (chiamata così in onore della Regina Margherita di Savoia che ne apprezzò il gusto, come narra la tradizione), è di per sé una vera prelibatezza. Dunque, per chi vuole provare a prepararla con le proprie mani, partendo dalla creazione dell’impasto, ecco come fare la pizza in casa!

Ingredienti

La ricetta della pizza prevede l’utilizzo dei seguenti ingredienti:

1 kg di farina 00

600 ml di acqua tiepida

50 ml di olio extravergine di oliva

25 grammi di lievito di birra fresco

8 grammi di sale

1 cucchiaino di zucchero o di malto d’orzo

Salsa di pomodoro

Mozzarella

Procedimento

Procedete facendo riscaldare (ma non troppo) l’acqua dentro cui far sciogliere il lievito insieme al sale e a un cucchiaino di zucchero (o malto). Versatela poi sulla farina, dopo aver creato un buco al centro, e cominciate a impastare, aggiungendo dopo un po’ anche l’olio. L’impasto finale dovrà risultare di forma più o meno circolare, come una palla morbida e liscia, e andrà lasciato lievitare per circa 1-2 ore. Stendete dunque la pasta e cominciate ad arricchirla con la salsa di pomodoro (lasciando un bordo esterno vuoto di circa 1 cm), prima di infornarla. Fatela cuocere nel forno già caldo a circa 250°C per almeno 15-20 minuti; dopodiché estraetela dal forno, aggiungete i dadini di mozzarella e completate la cottura per altri 10 minuti. Condite la pizza con alcune foglie di basilico fresco.

Come rimuovere capelli ed altri oggetti dai tubi del lavandino

Quante cose facciamo con il lavandino? A seconda di come è posizionato, può essere utilizzato per lavare le proprie stoviglie, sciacquarsi le mani, magari anche per lavare i propri capelli. Come tale può accadere che con il tempo vi siano dei residui di sporco, elementi che alla fin dei conti non vengono scaricati con regolarità. A volte questi elementi rimangono nello scarico anche dopo l’uso di detergenti ed acidi, specialmente considerando che alla fine dei conti non possono essere fin troppo aggressivi. Veniamo quindi a noi: come possiamo attualmente rimuovere capelli ed altri oggetti dallo scarico senza fare un macello di tubi rimossi?

Usare delle fascette stringi filo ben modificate

Le fascette stringi filo possono essere molto valide per catturare e rimuovere grosse quantità di sporco. Ma come possono fare tutto ciò? Semplice: innanzitutto, bisogna creare dei “denti” usando con molta attenzione una forbice. Questi denti devono ovviamente essere rivolti verso l’alto. Non c’è bisogno di prendere delle fascette lunghe, anche se è molto apprezzato, in quanto basta unirle fra di loro. Infilate quindi la fascetta all’interno dello scarico fin quando non toccate l’altra parte del tubo. Tirate quindi per portare via residui complicati da rimuovere come i capelli.

Usare una combinazione di bicarbonato e aceto di vino bianco.

Anche se magari avete già usato dell’acido per rimuovere la sporcizia dai tubi, senza tanto successo, con il bicarbonato di sodio e l’aceto di vino bianco si possono ottenere alcuni risultati differenti. Bisogna ovviamente usare il bicarbonato in polvere, innanzitutto. Versatene una buona quantità nello scarico, seguito poi dall’aceto. Tappate quindi lo scarico e lasciate che la reazione chimica consumi tutto quello che è presente nei tubi.

Questo mezzo è differente considerato che non scorre via velocemente, ma ha un azione lenta all’interno delle tubature. Il contenuto tende anche a riempire tutti i tubi e dissolvere così in maniera completamente organica l’interno.

Usare del ferro filato ad “uncino”

Un metodo che fa sempre riferimento alle fascette stringi filo, ma con un’aggiunta in più. Il ferro filato è capace infatti di rimuovere qualsiasi ostacolo con la forza, vista la sua resistenza, e può essere usato per “grattare” i tubi dall’interno. Basta creare un piccolo uncino alla punta del ferro filato e girarlo in continuo nel mentre viene spinto giù per il tubo. Ogni tanto tiratelo su per estrarre altri contenuti che possono star bloccando le tubature.